Pra La Gesia – Rorà

Ciao!
Oggi ci troviamo in un bel prato del comune di Rorà, in Val Pellice, in una località che è conosciuta come Pra La Gesia ovvero “prato la chiesa”, o più anticamente San Nicolao, perché qui si trovava una chiesa cattolica (secondo altri un convento).

Eccomi giunta a Pra La Gesia!

Nel 1600 anche a Rorà, come in altri luoghi delle Valli, arrivarono i missionari con l’incarico di convertire i Valdesi alla religione cattolica. Qui sorgeva un convento di frati cappuccini, che però non riuscirono nel loro intento. Anzi. Si narra che dopo un solo anno le donne del paese, abituate a portare carichi pesanti, si issarono gli uomini di chiesa sulle spalle e li portarono fuori dai confini di Rorà.

L’unico indizio rimasto dell’esistenza di un’antica chiesa in questa zona è un’acquasantiera attualmente conservata presso il Museo Valdese di Rorà.

All’epoca, nessuno poteva infatti usare violenza su degli uomini di chiesa, ma questa legge non valeva per le donne: le intraprendenti rorenghe trasportarono oltre il confine del loro paese anche le reliquie, i bagagli e tutto il mobilio dei frati che non poterono far altro che tornare da dove erano venuti!

Le pietre della vecchia chiesa che sorgeva qui vennero, secondo alcune voci, usate per costruire la vicina casa conosciuta come la Vernarèa (letteralmente, l’ontaneto).

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese