San Giovanni – Luserna San Giovanni

Ciao!
Oggi siamo in una zona particolare del comune di Luserna San Giovanni per parlare un po’ di storia. Ci troviamo sul lato opposto del torrente Pellice rispetto il centro storico di Luserna (chiamato dai valligiani Luserna Alta)… In una frazione conosciuta come San Giovanni, che comprende tutta la collina sulla sinistra orografica del Pellice, e che collega i comuni di Angrogna e Bricherasio.
Il comune prende il nome dall’antico Priorato di S.Giovanni del Perno (una pieve di probabile origine longobarda che prosperò nel Medioevo per poi declinare lentamente e inesorabilmente con l’arrivo dei Valdesi).

Borgo Malan: la casa ad angolo alle mie spalle fu la prima sede del municipio, mentre -in fondo alla via- nel 1613 venne costruito un piccolo tempio valdese, poi fatto chiudere nel 1620. Riaperto nel 1640, lo stesso anno le autorità ne fecero murare l’entrata perché non potesse più essere utilizzato.

Dovete sapere che qui, da moltissimo tempo la maggior parte della popolazione, è di fede valdese e per questo motivo nel 1657 il borgo si divise ufficialmente da Luserna diventando un comune a sé stante.
Nonostante le tremende persecuzioni religiose del 1655 che devastarono tutta la Val Pellice, la frazione di San Giovanni, nota anche come borgo Bellonatti o Blonats, venne risparmiata e si decise la scissione dal resto della comunità cattolica lusernese.
Nel 1863 prese il nome di San Giovanni Pellice, per essere idealmente più vicina agli altri comuni storicamente valdesi della valle: Torre Pellice, Villar Pellice e Bobbio Pellice.

La Ca’ Neuva: la grande casa dietro di me, nota anche come Villa Morglia, fu sede del municipio dal 1859 al 1871.

Nel periodo in cui San Giovanni fu un comune indipendente, divenne ricco e fiorente e prosperarono alcune famiglie valdesi locali come i Peyrot, gli Appia, i Bastia mentre Luserna andò incontro al declino perché privata dal suo storico “granaio” sulla collina…
I due comuni si riunificarono infine nell’attuale Luserna San Giovanni nel 1871.

Piazza XVII febbraio: il cuore del borgo, ospita la storica ala e l’edificio che servì da municipio prima dell’acquisto della Ca’ Neuva; più dietro si può vedere il tempio valdese dei Bellonatti.

Come arrivare qui:
percorrendo la Provinciale 161 che collega la Val Pellice a Pinerolo (To), svoltate a destra in via Malan circa 1 km prima del centro abitato di Luserna San Giovanni. Percorrete la via per tutta la sua lunghezza e arriverete in Piazza XVII Febbraio.

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese