Leggenda: I Babi di San Germano

Ciao!
Oggi vi racconto come mai gli abitanti di San Germano Chisone, un paese della Val Chisone, vengono soprannominati “babi” ovvero “rospi”. Conosco tante leggende ed è proprio una di queste che spiega l’origine del soprannome. Si racconta che a Pomeano, nel comune di Pramollo, un paesino poco sopra San Germano, vivessero dei contadini molto in gamba.

Eccomi alla conca del Malanaggio
Eccomi alla conca del Malanaggio

Tutta la frutta e verdura che coltivavano cresceva bellissima, gustosa e soprattutto di grandi dimensioni. Non c’erano mele, carote o zucche in tutta la valle, che potessero rivaleggiare in dimensioni con quelle raccolte dai contadini di Pomeano.
Un giorno, mentre stavano raccogliendo delle rape, ne trovarono una incredibilmente grossa che non voleva saperne di uscire dalla terra, per quanto tirassero. Iniziarono così a scavare tutt’intorno con una pala per scalzarla, ma ebbero presto una gran sorpresa!

Ci sono diverse zone con acqua acquitrinosa
Ci sono diverse zone con acqua acquitrinosa

La rapa, che sembrava effettivamente grossa, era in realtà gigantesca! Talmente grande che nemmeno dieci uomini riuscirono a tirarla fuori. A questo punto non restava che usare le maniere forti per togliere la radice dal terreno e utilizzarono nientemeno che…. una mina! L’esplosione fu assordante ma il risultato non fu proprio quello sperato. La rapa, infatti, si disintegrò in tanti pezzi.

Chissà quanto doveva essere grande la rapa per bloccare il flusso del torrente!
Chissà quanto doveva essere grande la rapa per bloccare il flusso del torrente!

Uno di questi, enorme, andò a cadere nella conca del Malanaggio dove passa il torrente Chisone, al di sotto di San Germano. Il pezzo di ortaggio piovuto dal cielo fece da diga interrompendo lo scorrere del fiume e creò una pozza che si allargò tanto da allagare l’intero San Germano. Il paese era diventato proprio una “babiera” ovvero un pantano dove abitano i rospi e le rane. Gli abitanti di San Germano vennero perciò soprannominati “babi”.
Questa leggenda è tanto cara agli abitanti del posto che nello stemma del paese vengono rappresentati due rospetti.
E voi, la conoscevate questa storia?

Ecco un rospo ed è davvero bello grosso!
Ecco un rospo ed è davvero bello grosso!

Come arrivare qui
Da Pinerolo procedete verso la Val Chisone imboccando Via Nazionale. Svoltate a sinistra imboccando il ponte che attraversa il torrente Chisone. Svoltate a destra dopo il ponte imboccando la Strada Provinciale 166. Procedete per circa 5 km e arriverete a San Germano Chisone. Questa strada vi permette di percorrere l’inverso di Porte, non sarà la via più breve ma sicuramente è la più immersa nella natura ed è la mia preferita!

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese