Lou Couént – Angrogna

Ciao!
Oggi ci troviamo in una bella zona panoramica che domina il villaggio di Angrogna, in Val Pellice, e che è conosciuta con il nome di “lou Couént”, cioè il convento.
Questo luogo ha preso il nome dall’antico edificio, sorto qui un tempo, che ospitava i frati impegnati nell’opera di conversione dei valdesi. La chiesa che vedete nella foto fu fondata nel XIV secolo ed è dedicata a S. Lorenzo e che dà il nome al capoluogo di Angrogna. Annesso alla chiesa c’è anche un piccolo cimitero cattolico, mentre quello valdese si trova davanti al tempio.

Ecco il campanile della chiesa
Ecco il campanile della chiesa

Il periodo di repressione religiosa doveva aver colpito molto profondamente l’animo degli Angrognini, i quali lavorarono poi d’immaginazione ricordando i fatti di quell’epoca decisamente ingigantiti per via delle antiche paure legate al tempo delle persecuzioni.
Si racconta infatti che il convento avesse sotterranei e cunicoli spaventosi e che in essi venissero rinchiusi i bambini valdesi sottratti alle famiglie e allevati qui nella fede cattolica, per essere poi inviati in città a studiare nelle grandi scuole religiose.

Il piazzale e la chiesa di San Lorenzo
Il piazzale e la chiesa di San Lorenzo

Ma sembra che questo posto sia stato protagonista anche di un fatto più sospetto: nella seconda metà dell’Ottocento, ad Angrogna vi era un sindaco cattolico i cui figli avevano litigato con un uomo di cui si è dimenticato il nome. Una domenica, durante una messa, qualcuno si comportò male scatenando una baruffa tale che il prete fu obbligato a sospendere la funzione; il prete, furioso, cercò il colpevole chiedendo informazioni al sindaco, il quale approfittò subito dell’occasione per accusare il nemico dei figli, pur senza prove. Si dice che l’uomo, portato nei sotterranei, non uscì mai più dal convento e nessuno seppe mai che ne fu del suo corpo, misteriosamente scomparso… Che storia lugubre, non trovate?!

Al Couént
Al Couént

Come arrivare
Dalla strada provinciale 161, tra i comuni di Torre Pellice e Luserna San Giovanni, imboccare alla rotonda la strada in direzione di Angrogna (in questo punto potete trovare anche le indicazioni per la Gueiza d’la Tana, il Chabas e la Vaccera). Seguite la strada principale sino alla piazza del capoluogo, quindi svoltate a destra imboccando una salita abbastanza ripida e, dopo circa 300 metri, giungerete sul piazzale della chiesa di S. Lorenzo.

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese