Fontana Beckwith – Angrogna, frazione Martel

Ciao!
Oggi vi porto a visitare una fontana davvero particolare… Si trova alla frazione Martel del comune di Angrogna.

Eccomi alla Fontana Beckwith (o Fountana Bequì)
Eccomi alla Fontana Beckwith (o Fountana Bequì)

La fontana che vedete nella foto ha sempre zampillato acqua fresca e limpida. Anche in periodi di grande siccità, come ad esempio alla metà dell’Ottocento, si è rivelata una fonte ricca ed abbondante che riusciva a dissetare gli abitanti di tutte le borgate vicine.
Immaginate l’importanza che avevano queste sorgenti quando non c’era l’acqua in casa, come siamo abituati oggi?

Alle mie spalle potete ammirare la piccola lapide che ricorda Charlotte Beckwith
Alle mie spalle potete ammirare la piccola lapide che ricorda Charlotte Beckwith

Ma questa fontana ha una storia particolare. Essa sorge infatti su un terreno che in passato apparteneva al colonnello John Charles Beckwith.
Sappiamo già che Beckwith fondò le scuolette elementari sparse per le Valli, ma a lui si devono anche altre importanti opere.
Nacque in Canada da una famiglia inglese e a 14 entrò nell’esercito; nel 1815 perse una gamba a causa di una cannonata sul campo di battaglia. Qualche anno dopo, nel 1827, leggendo un libro venne a conoscenza dell’esistenza dei Valdesi e decise di recarsi in Italia incuriosito dalla storia di questa gente.

La costruzione eretta dagli abitati del Martel
La costruzione eretta dagli abitati del Martel

Quando giunse in Piemonte trovò un paesaggio fatto di borgate arroccate su pendii montani, costituite da casupole buie, stalle sporche, bambini malnutriti che scorrazzavano in strada senza scarpe.
Beckwith finanziò l’edificazione delle scuolette, portò materiale didattico dall’Inghilterra, istituì due scuole medie (che all’epoca si chiamavano “scuole latine”). Contribuì alla costruzione del Collegio Valdese (una scuola superiore) e dell’Ospedale di Torre Pellice. Fece studiare in Svizzera gli insegnanti che si formavano nelle scuole delle valli. Si occupò anche della costruzione di alcuni templi valdesi.
Si dice che il colonnello dalla gamba di legno arrivasse zoppicando e faticosamente in tutti i cantieri, ma sempre impeccabilmente vestito della sua sciarpa di seta e delle sue decorazioni militari.

L'acqua fresca zampilla ininterrottamente dalla sorgente
L’acqua fresca zampilla ininterrottamente dalla sorgente

Le proprietà di Beckwith passarono alla figlia Charlotte, la quale decise di regalare la fontana ereditata al Martel agli abitanti della zona perché potessero utilizzarla liberamente.
La piccola costruzione che potete vedere è stata realizzata dai residenti nel 1929, in memoria di Charlotte Beckwith, due anni dopo la sua morte, e riporta il passo biblico:
«Chiunque beve di quest’acqua, avrà ancora sete, ma chi beve dell’acqua che io gli darò non avrà mai più sete in eterno; ma l’acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d’acqua che zampilla in vita eterna». (Giovanni 4:13-14)

Come arrivare qui:
dalla strada provinciale 161, tra i comuni di Torre Pellice e Luserna San Giovanni, imboccare alla rotonda la strada in direzione di Angrogna e seguite la strada principale fino alla diramazione in località Bruere. Svoltate a destra e dopo 2 km giungerete in località Martel. Appena raggiunta la frazione, potrete notare sulla destra i cartelli per la fontana che indicano il sentiero nella boscaglia.

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese

  • Pingback: Valdesina va in vacanza! Roma – Piazza Cavour | Valdesina()

  • buston nicole née odin

    je suis ravie de revoir la fontaine beckwith, je suis la petite fille de Eli ODIN et de delfina
    chiavia, je venais en vacances avec mes parents et avec ma mère nous venions laver le linge j’ai plein de très bon souvenir du Martel, les champignons,les myrtilles,les sognialiettes,la vachère et le col de la croix nous sommes revenus il y a une dizaine
    d’années, tout à changer. Nous descendions avec la hotte pour aller au marché de torre
    pellice et nous faisions des kms pour aller danser avec Italo Bonnet et Claudio Pons
    que sont-ils devenus ?
    merci pour ces images

    • babacio

      Merci à vous, Nicole pour nous avoir raconté vos merveilleux souvenirs!