Chanforan – Angrogna

Ciao!
Oggi visiteremo un luogo storico molto importante per i Valdesi: Chanforan.

Valdesina giunge a Chanforan
Eccomi arrivata a Chanforan!

Anche se oggi vediamo solo il monumento di pietra, è il prato su cui è stato posato che dobbiamo osservare attentamente. Perché non vi era nient’altro qui quando un gruppo di barba si ritrovò per discutere in un’assemblea nel 1532.

Il prato dove si tenne la storica assemblea
Il prato dove si tenne la storica assemblea

Cosa significa Chanforan? A quell’epoca, come per molto tempo dopo, in questa zona si parlava francese e, probabilmente, il nome di questo luogo è un francesismo che sta per “campo forense”, ovvero il posto dove gli antichi romani si riunivano per parlare di questioni importanti.
E fu un’assemblea importante quella che i Valdesi tennero qui: non solo parteciparono i barba provenienti da tutta l’area valdese (Piemonte, Calabria, Provenza), ma anche il popolo venne invitato a prendervi parte.

Il monumento commemorativo eretto a Chanforan
Il monumento commemorativo eretto a Chanforan

Si discuteva sulle decisioni che i Valdesi avrebbero dovuto prendere sia per quel che riguardava la religione che i loro rapporti nei confronti degli altri… Proprio come si fa ancora oggi, tutti gli anni, in occasione del Sinodo.
In questo grande incontro i Valdesi presero delle decisioni molto importanti.
Decisero di partecipare alla Riforma protestante (in quegli anni molte persone cambiarono religione, passando da quella cattolica a quella detta protestante, perché non si era d’accordo su alcuni aspetti) e di pubblicare la traduzione in francese della Bibbia, lingua allora parlata in questi luoghi.

Valdesina ed un particolare del monumento che raffigura la Bibbia tradotta
Eccomi con un particolare del monumento che raffigura la Bibbia tradotta

Quello che venne deciso a Chanforan quel giorno, a noi oggi sembra poco, ma cambiò per sempre la storia e la vita dei Valdesi di queste valli.

Come arrivare qui:
dalla strada provinciale 161, tra i comuni di Torre Pellice e Luserna San Giovanni, imboccare alla rotonda la strada in direzione di Angrogna (in questo punto potete trovare anche le indicazioni per la Guieiza d’la Tana, il Chabas e la Vaccera). Seguite la strada principale sino alla piazza del capoluogo, poi proseguite per circa 1,8 km giungerete in frazione Serre. Svoltate a destra sino all’inizio del sentiero con le indicazioni “Chanforan” e “Odin”. Proseguite sino al monumento.

Forse vorresti leggere questa storia in: Inglese